Codici musicali trentini del Quattrocento

Il sistema raccoglie una collezione unica al mondo composta da sette codici musicali trentini del Quattrocento, essi costituiscono la più vasta collezione esistente di composizioni musicali del XV secolo.

Il progetto, curato dalla Soprintendenza per i beni culturali, Settore beni storico - artistici in collaborazione con la Società Filarmonica di Trento, è parte integrante del sistema Biblioteca Digitale Italiana e Network Turistico Culturale ed è realizzato in collaborazione e sotto la supervisione della Direzione Generale per i Beni Librari e gli Istituti Culturali del Ministero per i Beni e le Attività culturali; si avvale inoltre della direzione scientifica del prof. Marco Gozzi, docente di Storia della Musica presso la Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università di Trento (Dipartimento di Filosofia, Storia e Beni Culturali).

I Codici, attualmente in restauro, sono consultabili e sfogliabili on line da tutti i cittadini (non solo quindi da esperti di settore) accedendo al portale di trentino cultura, attivando il menù  “Patrimonio on-line”, alla voce  “Codici musicali trentini del Quattrocento”.

Il sito descrive in modo chiaro ed esaustivo cosa sono e quali sono i codici musicali, riporta degli esempi audio di esecuzione canora e trascrizione, e mette a disposizioni funzionalità per la ricerca nei codici e la consultazione e visualizzazione delle immagini dei manoscritti.

La raccolta consente di accedere on line a circa 6000 immagini digitali, accompagnate da 1836 schede dei brani musicali, relative a composizioni polifoniche prevalentemente con testo sacro. Le schede offrono numerose informazioni ricercabili in qualsiasi campo, per un immediato recupero delle notizie cercate.