Mobilità sostenibile: progetto con Ministero sviluppo economico, Fiat Chrysler e Regioni Piemonte, Campania e Abruzzo

15/05/2017

A Polo della Meccatronica di Rovereto verrà realizzato un veicolo connesso, geo-localizzato e cybersicuro

Un'auto "intelligente", un veicolo connesso, geo-localizzato e cybersicuro, al servizio di una mobilità sempre più sostenibile: questo uno degli obiettivi del programma di ricerca industriale e di sviluppo sperimentale elaborato da Fiat Chrysler Automobiles -FCA e dal centro ricerche CRF, oggetto di un protocollo d'intesa anche fra il MISE, la Provincia autonoma di Trento e le Regioni Piemonte, Campania e Abruzzo, approvato oggi dalla Giunta su proposta del presidente Rossi e del vicepresidente Alessandro Olivi. Il programma ha accesso alle agevolazioni a valere sul Fondo per la crescita sostenibile alimentato da risorse del MISE-Ministero dello sviluppo economico. La parte del progetto che coinvolge il Trentino riguarda appunto "VeGa", così è stato ribattezzato il cyberg-veicolo. Il piano finanziario di massima prevede una spesa di circa 5,3 milioni di euro. Il contributo provinciale sarà pari al massimo al 20% dell'investimento, determinato in relazione alla proposta di piano industriale che le società si impegneranno a sviluppare presso il Polo Meccatronica. 
"Il progetto ci interessa per le sue ricadute sul versante della mobilità sostenibile, settore molto caro al Trentino - ha spiegato Olivi - ma quello che ci attendiamo è anche un coinvolgimento della ricerca e delle imprese locali, in particolare quelle afferenti al Polo della Meccatronica. La prospettiva è quella di insediare nel Polo di Rovereto, entro il 2018, un nucleo di persone che si occupino della sperimentazione di veicoli digitali su strade digitali, e e di attivare delle iniziative sul versante della mobilità sicura, sostenibile, intelligente che consolidino il ruolo del Trentino quale territorio-leader nel settore".
Il protocollo d'intesa sarà firmato prossimamente a Roma da tutti i soggetti interessati presso la sede del Ministero.

Il testo del comunicato Stampa